venerdì 8 febbraio 2019

La solita Storia di Chiara Sans

TITOLO: La solita Storia
AUTORE: Chiara Sans
EDITORE: Indipendently Published
DATA PUBBLICAZIONE: 14 ottobre 2018
GENERE: Young Adult
Super Scripted 000000

È Lui. La notte è un pensiero fisso, lo immagino nudo, immagino di toccarlo, di fare l’amore con lui e non ne posso davvero più. 

Sesso. La mia mente ora lo guarda e pensa al sesso. Fantastico su di lui senza pantaloni, sul suo cazzo e il sapore del suo cazzo. Mi vergogno di me quando mi tocco ed esplodo in un orgasmo, solo per lui. Non c’è nessuno come lui, che mi piaccia quanto lui. Sto male.



Beatrice è innamorata del migliore amico di suo fratello. Questa è la solita storia. Marco non ha idea di quello che prova la sorellina di Matteo; Bea invece sono anni che non fa che pensare a lui, ma non ha mai avuto il coraggio di esternarlo e confessargli il suo amore. Un giorno, quasi per caso, proprio l’uomo di cui è innamorata la scopre in un momento imbarazzante e il gioco erotico tra loro ha inizio. Ma Marco non è un ragazzo da storia seria, lui sembra prendere la cosa alla leggera, e la paura di deludere il suo migliore amico, se venissero scoperti, è sempre in agguato. 



La trama in sé non è male, come dice anche il titolo si tratta della solita storia.
Ma non ho apprezzato la volgarità con la quale è stato scritto.
Il voler raccontare al meglio determinate situazioni con intensità nel tentativo di coinvolgere con più energia il lettore si tende avvolte ad oltrepassare il confine tra erotico e una trama squallida, e questo purtroppo è andato oltre quel confine.
Tutto ruota intorno a Beatrice e a questa enorme e devastante infatuazione nei confronti del migliore amico di suo fratello, Marco.
Ovviamente lui la vede solo come una sorellina, ma tutto cambia quando una sera la scopre in un momento molto intimo con se stessa intenta a guardare in suo video.
Sinceramente fino all'ultima pagina mi è stato difficile capire se i sentimenti di Marco fossero sinceri oppure no.
Prima le fa capire che pensa a lei e che lo fa impazzire, e poi le sbatte in faccia la ragazza del momento...CATTIVISSIMO!!!.
Beatrice si dimostra come la ragazzina innamorata troppo ingenua e troppo succube, quindi determinate scelte si possono comprendere anche se difficili da accettare.
Troppo facile al perdono, senza spina dorsale, portandomi ad un certo punto a spegnere il kindle rifiutando di continuare la lettura.
Sono arrivata alla fine con molta fatica.
Io sinceramente non lo consiglio, ma lascio a voi la scelta.



Nessun commento:

Posta un commento