martedì 26 marzo 2019

NON PENSAVO DI AMARTI ANCORA DI PENELOPE WARD

TITOLO: Non pensavo di amarti ancora
AUTORE: Penelope Ward
EDITORE: Newton Compton
DATA PUBBLICAZIONE: 27 settembre 2018
GENERE: Contemporary, Romance

Super Scripted 000000
Lì per lì ho pensato che fosse un’ottima idea. Chiamare all'improvviso al telefono Landon Roderick, per cui ho una cotta dai tempi dell’infanzia, mi è sembrata la cosa giusta da fare. Il fatto che fossi ubriaca e stessi passando sopra a tredici anni di emozioni contrastanti con uno stupido scherzo telefonico, invece, non mi è nemmeno passato per l’anticamera del cervello. Ma poi Landon ha richiamato. Ci siamo ritrovati a passare le settimane seguenti al telefono, cercando di gestire l’intensa connessione che il suono delle nostre voci aveva risvegliato. È possibile desiderare qualcuno che si trova a chilometri di distanza? Durante tutte quelle ore passate a chiacchierare, mi sono chiesta che cosa sarebbe potuto succedere se ci fossimo incontrati. Farmi vedere da lui, però, era fuori discussione. Era da prima di compiere quindici anni che non uscivo con un ragazzo e non avevo intenzione di fare un’eccezione proprio per Landon Roderick. Ma il destino aveva altri piani, per noi. Un incidente con lo skateboard, Landon finisce in ospedale ed eccomi su un volo per Los Angeles: l’errore più grosso che abbia mai commesso o la cosa migliore che mi sia capitata? 

Non mi sarei mai persa l'uscita di un libro della Ward vista la buona impressione che mi ha fatto con la serie COCKY BASTARD scritto in collaborazione con la Keeland.
I suoi personaggi sono unici.
Usciamo completamente dai prototipi di cui siamo abituati nel genere e abbracciamo personaggi semplici, umili, con le loro imperfezioni e umanità.
Rana è una danzatrice del ventre che fa fatica ad arrivare a fine mese.
E' una ragazza particolare, coraggiosa riservata e molto insicura del suo aspetto.
Sin da quando era piccola il suo punto forte non è stata la bellezza, ma lungo il suo cammino qualcosa è cambiato, o meglio lei è cambiata.
Inizialmente questo personaggio è circondato da un aura di mistero e solo verso la metà del libro queste nubi man mano si diradano e si inizia ad avere più chiarezza su questo personaggio.
In una notte, sotto effetto di alcol Rana chiama colui che l'ha tormentata da piccola, colui per cui aveva una cotta, colui che le lasciava dei bigliettini, il suo vicino di casa: Landon.
Landon, è un ambulante, vende i suoi panini speciali su un camion, potrebbe passare per un cattivo ragazzo, pieno di tatuaggi e piercing, ma tutto sommato è un uomo che ha imparato dai propri errori ed è cresciuto da essi.
A distanza di anni, si ritrovano a passare serate a telefono, e a scriversi.
Vediamo l'ironia di Rana e le sue insicurezze e apprezzeremo la pazienza e la maturità di Landon.
Un incidente a Landon porterà Rana a mettere da parte le sue paure e i suoi timori per farla vivere il momento e prendere il primo volo per rincontrare Landon dopo tanto tempo.
Ma prima di lasciarsi andare alla passione, vogliono che non ci siano segreti e incomprensioni.
Si metteranno a nudo, dovranno affrontare un passato fatto di scelte sbagliate e sopratutto dovranno fidarsi l'una dell'altro per quelli che sono oggi, delle persone cresciute dai propri errori.
La lettura è stata un pò altalenante.
Inizialmente l'approccio con la trama è stata positiva, un inizio particolare, frizzante e ironica.
Poi ammetto che man mano la trama ha perso quel tocco magico è la lettura è stata un pò piatta.
Ha perso la sua particolarità e la sua freschezza.
Per fortuna poi ritorna a farmi sognare e ad appassionarmi.
Affronta un tema fondamentale, l'adozione e tutto quello che ne comporta.
Da una parte vedremo i sentimenti, e a mio avviso anche il coraggio, di chi decide di rinunciare a una parte di sé molto importante per permettergli una vita migliore; Dall'altra invece scopriremo cosa si prova a crescere con la consapevolezza che la persona che dovrebbe amarti più di qualsiasi cosa al mondo ha preferito andarsene.
Insomma, a modo suo la Ward ti mette di fronte ad una realtà complessa e sofferente che non è facile comprendere se non si vive personalmente.
Che dirvi ragazze, un libro bello anche se c'è stato un momento in discesa ma che si è ripreso molto bene.
La Ward mi è piaciuta e mi piacciono molto i suoi personaggi.
Un libro che consiglio di leggere.


Nessun commento:

Posta un commento