martedì 19 marzo 2019

Vicious.Senza Pietà (1.The Saints' Series) di L.J.Shen

TITOLO: Vicious.Senza Pietà
AUTORE: L.J.Shen
SERIE: 1.The Saints' Series
EDITORE: Always Publishing
DATA PUBBLICAZIONE: 28 febbraio 2019
GENERE: Contemporary Romance


THE SAINTS' SERIES:
0.5 Infamous (Defy)
1. VICIOUS.SENZA PIETA', 28 febbraio 2019
2. Ruckus
3. Scandalou
4. Bane 

Super Scripted 000000
Quando i suoi genitori accettano di lavorare al servizio degli Spencer, Emilia LeBlanc si ritrova a vivere sotto lo stesso tetto con l'erede della famiglia, Baron “Vicious" Spencer. Vicious è sfrontato, spietato e pieno di rabbia. 
Ma l’arrivo di Emilia turberà il suo equilibrio al punto che, da quel momento, Vicious avrà un unico obiettivo: rendere la vita della figlia della domestica un vero inferno sulla terra. 

Emilia farà di tutto pur di evitare di incrociare la strada di Vicious. 
Vicious farà di tutto per farle rimpiangere di aver messo piede a Todos Santos. 
Dieci anni dopo, Baron Spencer è un avvocato brillante, uno scaltro negoziatore, un bellissimo bugiardo. 
E ha un piano per vendicarsi di chi lo ha ferito in passato. 
Quando, nella fredda New York, il suo cammino torna a incrociarsi con quello di Emilia che versa in gravi difficoltà, Vicious le offre un lavoro e lei si ritroverà di nuovo intrappolata nella sua ragnatela spietata. 
Emilia non può immaginare che il ritorno prepotente dell'uomo che è stato il suo tormento, e insieme il protagonista dei suoi sogni, farà crollare tutte le certezze della sua vita come tessere del domino. 
Stavolta Vicious non si fermerà, non fino a che lei non sarà sua. 

C’è un filo molto sottile tra Amore e Odio e molte volte dimentichiamo che quest’ultimo lo proviamo quando abbiamo amato tanto qualcuno per poi sentirci feriti.
Quando l’ho iniziato a leggere mi è venuto in mente una citazione preso in “Incontro reale” di Emma Chase:

“Quando odi qualcuno, fa parte della tua vita; Riesce a occupare spazio nei tuoi pensieri, ogni giorno.
Reclama la tua concentrazione e, in un certo senso, ha il controllo su di te.”

Sin dalla prima volta che Vicious ha incontrato Emilia, è stato odio a prima vista.
Vuoi perché pensa che abbia ascoltato il suo segreto o vuoi perché assomiglia a colei che gli ha inflitto dolore sia esterno che interno, sta di fatto che dal primo giorno che Emilia si trasferisce con la sua famiglia nella dimora di Vicious, il suo ultimo anno di liceo diventa un vero inferno.
Umiliata, giudicata, minacciata.
Emilia, come cliché, si dimostra senza amor proprio, visto che nonostante le varie torture e offese comunque prova dei sentimenti per Vicious.
Lei si presenta come una ragazza dolce, umile.
Vicious, il vero nome è Baron, è tutt'altra cosa.
Egoista, non ha rispetto per il genere umano, gode nel vedere le persone soffrire.
A sua discolpa però c’è da dire che la vita le ha regalato solo sofferenza e fin da quando è piccolo dentro di se c’è solo vendetta.
La scelta della narrazione a pov alterni è perfetta se vogliamo capire al meglio questo personaggio.
Un po’ contorto nei suoi pensieri e e nel suo cuore, ma che comunque fa comprendere che tutto sommato per Emilia non prova solo odio.
Il vero coinvolgimento nella trama l’ho iniziato ad avere quando la storia guarda il futuro e i nostri protagonisti sono oramai adulti.
Dieci anni dopo dall'ultimo loro incontro, Emilia è senza un soldo che si fa carico di una sorella malata e Vicious, bello come non mai, è ricco da fare schifo e ovviamente sempre più stronzo, visto che nonostante gli anni passati e oramai uomo, non risparmia Emilia, nemmeno questa volta, dai suoi giochi malvagi e a torturarla approfittandosi della sua situazione economica disastrosa.
La trama si svolge nell'arco temporale passato e presente.
Questo permette di spiegarci molte cose, tra qui il perché Emilia è stata costretta ad allontanarsi dalla sua famiglia.
Il fatto che quando il tempo si riavvolgeva nel passato la trama perdeva di interessa trovandola un po’ troppo artefatta.
Mi è piaciuto però il modo brutale e spontaneo con la quale è stato scritto.
Questo ha fatto sì di rimanere coerente e lineare con i tratti caratteriali burberi del protagonista, evitando ogni tipo di dialogo troppo sdolcinato e non eccessivamente volgare.
Dopo una lista di letture negative, finalmente mi sono imbattuta in qualcosa di accettabile.
Solo per questo prende un giudizio positivo.
Sono molto curiosa di leggere gli altri libri della serie visto che stanno già iniziando le competizioni per il miglior protagonista maschile.
Non mi va di dare ancora un mio giudizio perché voglio prima conoscere anche gli altri.



Nessun commento:

Posta un commento